Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Bergamo e Brescia-

Sito della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Bergamo e Brescia-Ufficio Contributi e Erogazioni Liberali




[ Torna su ]

Ufficio Contributi e Erogazioni Liberali

Alberto Ruggeri
Funzionario tecnologo
alberto.ruggeri@beniculturali.it  
tel.: 03028965210


Contributi - Erogazioni liberali 

CONTRIBUTI

INTERVENTI FINANZIARI DEL MINISTERO A FAVORE DEL PROPRIETARIO, POSSESSORE O DETENTORE DEL BENE CULTURALE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 31 E 35 DEL CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO.

Ai sensi dell'articolo 31, comma 2) del D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42 e smi, Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, il Ministero ha facoltą di concorrere alla spesa sostenuta dal proprietario, possessore o detentore per l'esecuzione del restauro e degli altri interventi conservativi sui beni culturali.

Ai sensi degli articoli 35 e 36 del Codice, il contributo č concesso a lavori ultimati e collaudati, oppure in acconti sulla base degli stati di avanzamento dei lavori regolarmente certificati, per un ammontare non superiore al 50% della spesa effettivamente sostenuta, fatti salvi gli interventi di particolare importanza per i quali il Ministero puņ contribuire fino al rimborso totale.

Il proprietario (possessore o detentore) invia la richiesta di ammissibilitą al contributo (v. allegati) alla Soprintendenza nel cui territorio si trova il bene culturale, oltre ai documenti gią presentati per la richiesta di autorizzazione del progetto di intervento conservativo ai sensi dell'articolo 21 del Codice. La Soprintendenza indica gli interventi ammissibili a finanziamento statale, ne quantifica l'importo ed emana l'atto con cui viene dichiarata l'ammissibilitą.

Dopo la sospensione a seguito dell'entrata in vigore della spending review nell'agosto 2012, la Legge 27 dicembre 2017, n. 205 (Legge di bilancio 2018), all'articolo 1, comma 314) ha disposto la riapertura dei termini per la concessione dei contributi ex articolo 31 e 35 del D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42 e smi a decorrere dal 1° gennaio 2019, nel limite massimo di 10 milioni di euro per l'anno 2019 e di 20 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2020. 

MODELLI SCARICABILI

Enti ecclesiastici
Enti pubblici
Parrocchie
Privati
Societą


EROGAZIONI LIBERALI

DETRAIBILITĮ E DEDUCIBILITĮ DELLE EROGAZIONI LIBERALI PER INTERVENTI SU BENI CULTURALI SOTTOPOSTI ALLE DISPOSIZIONI DEL CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO.



MENO TASSE PER CHI INVESTE IN CULTURA

Erogazioni Liberali



money

[ Torna su ]