Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Bergamo e Brescia-

Sito della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Bergamo e Brescia-procedure per armi di interesse storico




[ Torna su ]

procedure per armi di interesse storico

condottiero

In seguito alla circolare 61 della Direzione Generale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del 21/09/2016, e come ulteriormente precisato dalla circolare 42 del 28/09/2018, la Procedura per la rottamazione o distruzione delle armi e/o parte di esse che siano reperti di procedimenti penali prevede che le Soprintendenze Archeologia Belle Arti e Paesaggio procedano alla valutazione circa l'interesse culturale delle suddette armi. 

Nel caso non risultino di tale interesse, questo ufficio provvederà a rilasciare il suo nulla osta per la rottamazione.
Nel caso venisse riscontrato l'interesse culturale questa Soprintendenza avvierà il procedimento di interesse culturale del bene, e il relativo provvedimento sarà emanato dalla Commissione Regionale per il Patrimonio Culturale.
Nel contempo avvierà la procedura di assegnazione presso la commissione stessa. 

Pertanto, le armi per le quali venisse riscontrato interesse culturale dovranno essere custodite presso le armerie degli Uffici di P.S. fino a quando, non giungerà risposta circa il luogo di cultura o istituto museale che accoglierà le suddette armi, risposta che sarà inoltrata agli Uffici di P.S. coinvolti. 


In seguito alla circolare 35 della Direzione Generale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del 19 giugno 2017, e come ulteriormente precisato dalla circolare 42 del 28/09/2018, la Procedura per la rottamazione delle armi e/o parte di esse spontaneamente versate dai legittimi detentori agli uffici di P.S. prevede che le Soprintendenze Archeologia Belle Arti e Paesaggio procedano alla valutazione circa l'interesse culturale delle suddette armi. 

Nel caso non risultino di tale interesse, questo ufficio provvederà a rilasciare il suo nulla osta per la rottamazione.
Nel caso venisse riscontrato l'interesse culturale questa Soprintendenza avvierà il procedimento di interesse culturale del bene, e il relativo provvedimento sarà emanato dalla Commissione Regionale per il Patrimonio Culturale.
Nel contempo avvierà la procedura di assegnazione presso la Direzione Generale Musei. 

Pertanto, le armi per le quali venisse riscontrato interesse culturale dovranno essere custodite presso le armerie degli Uffici di P.S. fino a quando, non giungerà risposta circa il luogo di cultura o istituto museale che accoglierà le suddette armi, risposta che sarà inoltrata agli Uffici di P.S. coinvolti.

Per quanto concerne la richiesta di disattivazione di armi, si rammenta la necessità della valutazione circa l'interesse culturale, artistico, storico archeologico e/o etnoantropologico di armi e/o parte di esse ai sensi della circolare 557-2002 min. Interni.

dott.ssa Agnese Lepre
agnese.lepre@beniculturali.it 

03028965218

[ Torna su ]