Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Bergamo e Brescia-

Sito della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Bergamo e Brescia-Home Page




[ Torna su ]

GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO 2014

immagine per GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO 2014

- UN SECOLO DI RESTAURO A CREMONA ATTRAVERSO LE IMMAGINI FOTOGRAFICHE DELLA SOPRINTENDENZA DI BRESCIA -

venerdì 19 settembre 2014 ore 17,00 Archivio di Stato di Cremona - Via Antica Porta Tintoria, 2 Cremona


interverranno

Angela Bellardi, Direttore Archivio di Stato di Cremona

Andrea Alberti, soprintendente Beni Architettonici e Paesaggistici di Brescia

Laura Sala, funzionario restauratore conservatore Soprintendenza di Brescia


La mostra rimarrà aperta fino al 5 ottobre


Sono più di mille le fotografie e una sessantina le lastre che documentano interventi di restauro eseguiti nel corso del Novecento su svariati monumenti della città di Cremona e fanno parte del patrimonio di immagini di proprietà della Soprintendenza per i beni architettonici di Brescia, Cremona e Mantova. Un vero giacimento di preziose testimonianze che racconta attraverso le immagini l'operato dell'ente statale di tutela dei monumenti, la cui sede di riferimento per la città di Cremona è stata dapprima Milano, quindi Verona, per approdare poi a Brescia, e che ha toccato i principali monumenti cittadini, tra cui il Duomo, le chiese di San Sigismondo, San Pietro al Po, San Carlo, San Lorenzo, Santa Maria Maddalena, i palazzi Affaitati, Fodri e Raimondi, le ex caserme e molti altri. La fotografia è stata dichiarata bene culturale sottoposto a tutela nel 1999: le è stato quindi riconosciuto, al pari degli altri beni culturali, un valore intrinseco non solo come fonte documentaria, ma anche come veicolo di significative istanze storico-culturali. Le lastre sono state restaurate a cura della Soprintendenza di Brescia, che ha condotto una fondamentale operazione di conservazione, ed ora sono custodite, insieme alle fotografie montate su cartoncini e collocate in album, presso gli Uffici della Soprintendenza in via Gezio Calini a Brescia, ma sono difficilmente consultabili a causa della mancanza di spazio e di personale preposto presso la struttura della Soprintendenza stessa. Perché questa ingente ricchezza documentaria potesse essere adeguatamente valorizzata, consentendone la fruizione agli studiosi interessati, era necessario trovare una modalità per la sua consultazione. L'Associazione Amici dell'Archivio di Stato di Cremona ha quindi promosso la stipula di un accordo, reso possibile grazie alla disponibilità della responsabile dell'archivio fotografico della Soprintendenza, funzionaria restauratrice conservatrice Laura Sala, del Soprintendente di Brescia, architetto Andrea Alberti, e della direttrice dell'Archivio di Stato di Cremona, dottoressa Angela Bellardi, che prevede la riproduzione digitale di tutte le immagini relative ai restauri cremonesi, in modo che tali riproduzioni siano consultabili presso la sala studio dell'Archivio di Stato di Cremona, consentendo la valorizzazione di questo fondamentale materiale di conoscenza e studio altrimenti di difficile accesso. Una selezione delle fotografie e delle lastre originali più significative, già riprodotte e prima che vengano riconsegnate all'Ente proprietario, verrà esposta presso l'Archivio di Stato di Cremona, e inaugurata il prossimo venerdì 19 settembre alle ore 17.00 in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, alla presenza delle personalità citate che hanno reso possibile questa importante operazione; la mostra resterà aperta fino al 5 ottobre.


[ Torna su ]