Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Bergamo e Brescia-

Sito della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Bergamo e Brescia-Home Page




[ Torna su ]

Festa della Musica 2018 Musica e Architettura a Palazzo Chizzola Porro Schiaffinati

immagine per Festa della Musica 2018 Musica e Architettura a Palazzo Chizzola Porro Schiaffinati

Musica e Architettura a Palazzo Chizzola Porro Schiaffinati Tre secoli di melodie Brescia - via Gezio Calini n. 26 Venerdì 22 giugno - ore 17.30 Concerto del chitarrista Roberto Ferraresi e viaggio fra architettura e arte con il Soprintendente Giuseppe Stolfi e lo studioso Andrea Quecchia


Programma musicale:

♪ Niccolò Paganini, Romanza, dalla Grande Sonata per chitarra

♪ Johann Sebastian Bach, Suite BWV 1007 Preludio, Allemanda, Corrente, Sarabanda, Minuetto I e II, Giga

♪ Heitor Villa Lobos, Tre Preludi


Per la prima volta la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Brescia e Bergamo aderisce alla Festa della Musica, proposta e organizzata su tutto il territorio nazionale dal Ministero dei Beni e Attività culturali e del Turismo, aprendo la propria sede nel segno di possibili palinsesti di armonie, strutture musicali e architettoniche. Per celebrare degnamente questo primo evento di apertura alla città della storica dimora Palazzo Chizzola Porro Schiaffinati e in sintonia con la finalità della manifestazione si è pensato di accogliere gli ospiti all'ingresso, sullo scalone di accesso al piano nobile, dalle note della Romanza, dalla Grande Sonata per chitarra di Niccolò Paganini, per l'esecuzione del chitarrista Roberto Ferraresi e dalle parole di Andrea Quecchia che illustrerà la caratteristiche del palazzo sede dal 1980 della Soprintendenza. La musica li condurrà poi al piano nobile dove il viaggio proseguirà con brani di Johann Sebastian Bach, Suite BWV 1007 e Preludio, Allemanda, Corrente, Sarabanda, Minuetto I e II, Giga e di Heitor Villa Lobos del quale saranno eseguiti Tre Preludi. Sarà un percorso nel tempo attraverso stili e repertori musicali, artistici e architettonici per far conoscere uno dei palazzi fra i più interessanti della città che Gerolamo Chizzola edificò per farne la propria residenza tra il 1520 e il 1530. Riedificato e ampliato nel Settecento lo storico edificio è attualmente considerato una perfetta sintesi fra stilemi architettonici settecenteschi ed esperienze innovative del periodo. Da un punto di vista artistico-pittorico la visita sarà l'occasione per conoscere i canoni decorativi scelti da Carlo Innocenzo Carloni (1686 o 1687-1775) per realizzare nel 1750 gli affreschi della volta del grande salone. Rimasto di proprietà della famiglia Chizzola fino all'Ottocento nel 1976 il palazzo è stato acquisito da parte del Ministero per i Beni culturali per collocarvi i propri uffici territoriali. Ad accogliere gli ospiti, oltre al musicista Roberto Ferraresi e ad Andrea Quecchia, autore di uno studio approfondito sul pittore Carlo Innocenzo Carloni, anche il Soprintendente arch. Giuseppe Stolfi in veste di padrone di casa. La partecipazione sarà a ingresso libero fino al raggiungimento dei posti disponibili.




[ Torna su ]